Classe 2 Professioni Sanitarie della Riabilitazione
Info: segmed@unipr.it      0521033700 (Segreteria)
 Corsi di insegnamento: MotilitÓ oculare, visione binoculare e basi di ottica fisiopatologica Logout
 

MotilitÓ oculare, visione binoculare e basi di ottica fisiopatologica

 

Anno accademico 2013/2014

Codice del corso 3044
Docente Prof. Giuseppe Nuzzi (Coordinatore del corso)
Prof. Claudio Macaluso (Docente)
Anno 1░ anno
Corso di studi Ortottica e Assist. in Oftalmologia
Tipologia Caratterizzante
Crediti/Valenza 7
SSD MED/30 - malattie apparato visivo
MED/50 - scienze tecniche mediche applicate
Erogazione Tradizionale
Lingua Italiano
Frequenza Obbligatoria
Valutazione Orale
Storico Anni precedenti
 

Obiettivi formativi del corso

Raggiungere la piena conoscenza dei meccanismi di base della motilità oculare estrinseca, e le basi anatomo-fisiologiche della visione binoculare

Conoscere i fondamenti dell'ottica applicati all'occhio umano

 

Risultati dell'apprendimento

  • conoscenza e comprensione dei contenuti di base del programma, essendo in grado di affrontare temi d'avanguardia nello stesso campo di studi;

    capacità di applicare con competenza e professionalità la conoscenza al contesto del paziente e degli strumenti disponibili.

    capacità di raccogliere e interpretare i dati in modo autonomo

    capacità di comunicare i problemi e ove possibile le soluzioni sia al paziente che al personale medico

 

Programma

Motività oculare e visione binoculare:

L’occhio: i suoi piani, i suoi assi, i movimenti intorno ad essi.
L’apparato locomotore: l’orbita, i muscoli oculomotori, l’apparato di sostegno, i centri sopranucleari della oculomotricità, i nervi oculomotori.
Le azioni dei muscoli oculari. Muscoli agonisti ed antagonisti. Le leggi della motilità oculare: legge di Sherrington dell’innervazione reciproca, legge di Hering dell’innervazione equivalente.
I movimenti oculari: duzioni, versioni (volontarie, statiche, stato-cinetiche, ottico-cinetiche), vergenze. Vergenze monoculari (tonica, accomodativi, prossimale) e binoculari (fusiva). Caratteristiche dinamiche dei movimenti oculari (saccadi, movimenti di inseguimento). La fissazione.
Il controllo sopranucleare della motilità oculare estrinseca.
Le basi anatomiche della visione binoculare: il campo visivo monoculare e binoculare. Le vie ottiche e la decussazione chiasmatica. La corteccia visiva.
Le basi fisiologiche della visione binoculare: il segno locale dei fotorecettori. La localizzazione oculocentrica (o relativa) ed egocentrica (o assoluta). Il concetto di punti retinici corrispondenti. Accomodazione e convergenza

Basi di ottica fisiopatologica:

Cenni di misurazione dell'acuità visiva

Lastre, prismi e lentiù

Distanza focale e potere delle lenti

Ametropie: miopia, ipermetropia e astigmatismo; principi di correzione

Accomodazione, presbiopia

 





 

Testi consigliati e bibliografia

Burian-von Noorden: Binocular Vision and ocular motility
Tasman, Jaeger, eds. Duane's Ophthalmology. LWW 2006.

 

 

Materiale didattico

Test online

Vai a Moodle

Visita i forum

Registrati al corso

Studenti registrati

Ultimo aggiornamento: 17/07/2013 15:17
HOMEDuplica il recordPrimoPrecedenteSuccessivoUltimoPS